omaggio a Alda Merini, poetessa che mi ha toccato il cuore

(Sono una piccola ape furibonda.)

Mi piace cambiare di colore.
Mi piace cambiare di misura.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Spazio

Spazio spazio io voglio, tanto spazio
per dolcissima muovermi ferita;
voglio spazio per cantare crescere
errare e saltare il fosso
della divina sapienza.
Spazio datemi spazio
ch’io lanci un urlo inumano,
quell’urlo di silenzio negli anni
che ho toccato con mano.

 

 

A tutte le donne

Fragile, opulenta donna, matrice del paradiso

sei un granello di colpa

anche agli occhi di Dio

malgrado le tue sante guerre

per l’emancipazione.

Spaccarono la tua bellezza

e rimane uno scheletro d’amore

che però grida ancora vendetta

e soltanto tu riesci

ancora a piangere,

poi ti volgi e vedi ancora i tuoi figli,

poi ti volti e non sai ancora dire

e taci meravigliata

e allora diventi grande come la terra

e innalzi il tuo canto d’amore.

 

 

 

 

 

  • Share/Bookmark

Gnocchi 8 marzo

Bellissimi, buonissimi,
da cucinare e dedicare alla donne che avete più care
per l’8 marzo

dedicato alle donne e a chi cucina con amore per loro

INGREDIENTI QUANTITÀ in kg TECNICO DI CUCINA
Farina 0,150 Piano per impastare
Barbabietola al vapore 0,200 Coltello a lama liscia
Patata 0,100 Mixer da cucina
ricotta 0,250 Sac a poche
Uovo 1  
Parmigiano grattugiato 0,050  
Noce moscata q.b.  

Cuocere la patata e passarla nello schiacciapatate.

Tritare la barbabietola sbucciata con un mixer fino a ridurla in purea.

Amalgamare con il mixer la ricotta con l’uovo e aggiungere la farina, la patata, la barbabietola, il sale, una grattugiata di noce moscata. Impastare bene e formare dei rotolini di circa 2 cm di diametro. Tagliare gli gnocchi.

Nel caso l’impasto risultasse troppo morbido per formare dei rotolini inserire il composto in un sac a poche e farlo cadere direttamente nell’acqua bollente aiutandosi con un coltello per staccare degli gnocchi di ugual misura, farne cadere una decina per volta.

Non appena gli gnocchi risalgono a galla scolarli e adagiarli in una scodella larga, gli gnocchi di ricotta rimangono piuttosto morbidi, dopo la cottura, potrebbero appiccicarsi se troppo ammassati.

Condire con un condimento delicato come semi di papavero appena saltati nel burro (magari con un pizzico di cannella) o una crema a base di mascarpone, timo e scalogno.


  • Share/Bookmark

Bad Behavior has blocked 87 access attempts in the last 7 days.

Chiudi
Invia e-mail