Gnocchetti di tofu

Ingredienti

tofu           250 gr
semola BIO 200 gr
acqua circa 100 gr
Passare il tofu nel mixer, aggiungere  la semola e miscelare, aggiungere l’acqua a filo fino ad ottenere una consistenza morbida ma perfettamente maneggiabile  e non appiccicosa
Formare un panetto e farlo riposare almeno un ora per permettere alla semola di assorbire i liquidi e rendere l’impasto malleabile
Formare dei rotolini di circa 1,5 cm di diametro e tagliare dei gnocchetti della dimensione di un confetto
con la punta dell’indice premere dolcemente gli gnocchetti nel centro e farli rotolare leggermente
Cuocere in abbondante acqua salata per un paio di minuti dalla ripresa del bollore
condire a piacere
Ottimo modo di consumare il tofu, anche per i più restii a questo prodotto
ricetta ispirata da veganblog
  • Share/Bookmark

Antipasto Cruditè pas cruauté

Mi ha ispirato Mariluna per questo bicchiere di cruditè che ha aperto la cena vegan. La preparazione è estremamente semplice e le verdure da stratificare sicuramente si possono aggiornare alla disponibilità della stagione. È un piatto (ops! un bicchiere) che ha il suo pregio nella croccantezza delle verdure e nel miscelare sapori dolci e aromatici. Si può preparare con  un po’ di anticipo avendo l’accortezza di acidulare le verdure con un po’ di limone.
La particolarità sta nel condimento che abbiamo scelto e nella nota croccante data da un pizzicone di sesamo sopra al tutto.

Le verdure in strato:
finocchio, carota, mela e rucola a finire
La salsa aromatica
olio EVO, zenzero tritato, buccia di limone rapè

Preparare un infusione con questi ingredienti (regolare la quantità di salsa con la quantità di verdure che si devono condire) e lasciare in infusione per 24 ore.
Naturalmente, dato la semplicità della preparazione, gli ingredienti devono essere freschissimi e biologici, soprattutto per quanto riguarda la buccia di limone.

  • Share/Bookmark

Cavolo spadellato all’arancia

Basta poco, a volte, per creare un piatto gustoso e sano.

Trovo molto gradevole l’associazione tra certi cavoli e l’arancia. Il tono acidulo e dolce dell’arancia ben si accosta all’aroma del cavolo. In questa ricetta, poi, si sposano magnificamente anche i colori.

La ricetta è molto semplice bastano

Mezzo cavolo rosso tagliato a listarelle
Un’arancia
Una cipolla rossa
Un cucchiaio di olio EVO
Sale e pepe q.b.

Con un pelapatate ricavare dalla buccia dell’arancia delle scorzette evitando accuratamente di asportare la parte bianca.

Pelare l’arancia e ricavarne degli spicchi pelati al vivo (ritagliare degli spicchi con un coltellino affilato asportando solo la polpa)

_________________________________

_________________________________

Tagliare a fette la cipolla e porla a rosolare nell’olio EVO con la scorza d’arancia

Saltare per pochi minuti a fuoco medio, quando la cipolla diventa translucida aggiungere le listarelle di cavolo e la polpa di arancia

Spadellare fino a che il cavolo diventa appena morbido

Aggiustare di sale e pepe e servire come contorno

  • Share/Bookmark

Zuppa di farro e pomodorini

 

Delicatissima, leggera,
 perfetta per un intestino che non vuole lavorare!
 

farro-e-pomodorini-2.JPG

questa zuppa è buonissima tiepida il giorno dopo!

Ingredienti:

  • 150 gr di farro già cotto
  • 100 gr di scalogno
  • 100 gr di sedano
  • 200 gr di pomodorini freschi
  • 100 gr di tofu
  • mezzo bicchiere di vino 
  • olio EVO 2 cucchiai
  • sale e pepe q.b.

Preparazione:

Utlizzare una casseruola larga o un WOK

Rosolare lo scalogno nell’olio EVO fino a che diventa traslucido, senza far prendere colore (eventualmente aggiungere 2 cucchiai di acqua se la temperatura sale troppo)

Aggiungere il farro e continuare a rosolare per alcuni minuti a fuoco medio, poi aggiungere il tofu tagliato a striscioline

Sfumare con mezzo bicchiere di vino, mescolare fino a che non si sente più l’odore dell’alcool nei vapori della casseruola

Tagliare il sedano a tocchetti e aggiungerlo al farro, aggiungere mezzo bicchiere di acqua e mescolare bene

Tagliare i pomodorini a metà, scoprire parte del fondo della casseruola o della parete del WOW e appoggiarvi la parte tagliata dei pomodorini

farli stufare un paio di minuti a contatto diretto con la casseruola perchè prendano sapore poi aggiungerli al resto dei componenti

aggiustare di sale e pepe e cuocere per 10 minuti.

eventualmente spolverare con della ricotta al forno grattugiata

  • Share/Bookmark

Maltagliati alla farina di castagne


INGREDIENTI
QUANTITÀ in kg
TECNICO DI CUCINA
Farina 0
0,200
Piano per impastare
Farina di castagne
0,120
Sfogliatrice a manovella
Semola di grano duro
0,080
o motore
Uova
2
Vino bianco secco
q.b.
Sale
1 pizzico

Versare le farine sulla spianatoia e miscelarle

Rompere le uova in una ciotola una per volta

Creare un piccolo cratere al centro del mucchietto di farina e versarci un uovo per volta

Aggiungere il sale e cominciare a rompere le uova con una forchetta, iniziando a miscelare, aggiungere 2 cucchiai di vino bianco secco

Impastare, inizialmente con la punta delle dita (se necessario aggiungere altro vino), poi più energicamente con il palmo della mano fino ad ottenere una palla consistente.

Far riposare la pasta 30′

Con il mattarello o con la macchina della pasta tirare una sfoglia dello spessore di circa 1 mm, infarinando il piano di frequente.

Tagliare a rombi irregolari e stendere su di un piano infarinato

Gettare nell’acqua bollente salata e scolare dopo un minuto da che sono venuti a galla.

Condire a piacere con verdure di stagione e castagne bollite saltate

  • Share/Bookmark

Stufato di verdure invernali e castagne


INGREDIENTI
QUANTITÀ in kg
TECNICO DI CUCINA
Zucca pulita
0,150
Padella grande pesante
cavolo romanesco (verde)
0,150
Coltelli verdura
cavolini di Bruxelles
0,500
di verza
0,500
rape piccole
0,200
sedano verona (sedano rapa)
0,300
scalogno
0,200
2 foglie di alloro
Castagne bollite e spellate
0,100
olio EVO
0,120
sale/pepe
q.b.
Spellare la zucca e tagliarla a dadi di 1 cm

mondare il cavolo romanesco e ricavarne cimette medie

ripulire i cavolini di Buxelles lasciandoli interi

Togliere le foglie superficiali alla verza e tagliarla a fette di 1 cm di spessore

Ripulire le rape e tagliarle a pezzi regolari

Ripulire il sedano di verona, tagliarlo a dadi e porlo in acqua acidulata.

In padella grande mettere a rosolare lo scalogno tagliato a fette con olio

Aggiungere le verdure iniziando da quelle a cottura più lunga come zucca,cavolo romanesco e sedano verona con l’alloro;

dopo un paio di minuti aggiungere i cavolini di Bruxelles e le rape, poi la verza.

Terminare la cottura quando le versure saranno morbide, ma ancora al dente, non devono disfarsi.

Servire come contorno, come piatto unico con aggiunta di seitan a dadini (250 gr), come condimento a dei maltagliati alla farina di castagne.

  • Share/Bookmark

Maltagliati alla farina di castagne


INGREDIENTI
QUANTITÀ in kg
TECNICO DI CUCINA
Farina 0
0,200
Piano per impastare
Farina di castagne
0,120
Sfogliatrice a manovella
Semola di grano duro
0,080
o motore
Uova
2
Vino bianco secco
q.b.
Sale
1 pizzico

Versare le farine sulla spianatoia e miscelarle

Rompere le uova in una ciotola una per volta

Creare un piccolo cratere al centro del mucchietto di farina e versarci un uovo per volta

Aggiungere il sale e cominciare a rompere le uova con una forchetta, iniziando a miscelare, aggiungere 2 cucchiai di vino bianco secco

Impastare, inizialmente con la punta delle dita (se necessario aggiungere altro vino), poi più energicamente con il palmo della mano fino ad ottenere una palla consistente.

Far riposare la pasta 30′

Con il mattarello o con la macchina della pasta tirare una sfoglia dello spessore di circa 1 mm, infarinando il piano di frequente.

Tagliare a rombi irregolari e stendere su di un piano infarinato

Gettare nell’acqua bollente salata e scolare dopo un minuto da che sono venuti a galla.

Condire a piacere con verdure di stagione e castagne bollite saltate

  • Share/Bookmark

5 novembre 2009 - Tofu

Il tofu è un prodotto sottovalutato da molti, anche dai vegetariani.
E’ un alimento che non fa parte del nostro vissuto e tentiamo un approccio simile al formaggio con molte delusioni.
Approfondendo la sua conoscenza scopriamo che, invece, è estremamente versatile e possiamo anche creare delle ottime creme spalmabili per diverse occasioni dall’aperitivo al dolce e, perchè no, un ottimo secondo piatto.
In questa lezione abbiamo preparato 4 creme di tofu secondo le ricette:

crema di tofu alle noci
salsa tofu alla menta
tofugreen
crema tofu al cioccolato

provatele e fatemi sapere quale vi è piaciuta di più

  • Share/Bookmark

Caramelle di datteri

INGREDIENTI QUANTITÀ in kg TECNICO DI CUCINA
Datteri 5 pezzi Mixer da cucina
Nocciole 1 cucchiaio
Noci 1 cucchiaio
Mandorle 1 cucchiaio
Burro vegetale non idrogenato 1 cucchiaio
Cacao 1 cucchiaino
Succo di agave 1 cucchiaio
Cocco grattugiato 0,100 gr

Tritare nel mixer tutti gli ingredienti,

porre in frigorifero per 2 ore,

ricavare delle palline da 2 cm di diametro,

rotolare le palline nel cocco grattugiato,

metter a riposare in frigorifero fino al momento di portare in tavola.

Dolce vegan/crudista da un suggerimento della mia amica Lia B.

preparato in occasione di un evento LAV-Lodi

  • Share/Bookmark

IL PANE PER LA COLAZIONE

INGREDIENTI (li trovate a costo contenuto al G.A.S. Gruppo di Acquisto Solidale di Lodi oltre che nei negozi Bio):450 gr di farina integrale da agricoltura biologica macinata a pietra5 gr di sale marino integrale400 cc di latte intero1 limone da agricoltura biologica40 gr di semi di lino (di cui metà macinati)1 manciata di semi di finocchio1 cucchiaio di olio EVO (Extra Vergine di Oliva)1 bustina di cremor tartaro o 1 cucchiaino di bicarbonato.PREPARAZIONE:Spremere il limone, versarne il succo nel latte intero e lasciarlo riposare per circa 30 minuti, intanto accendere il forno e portarlo a 210°.In una marmitta versare la farina, il sale, i semi, il cremor tartaro (o il bicarbonato) e miscelarli bene fra loro; aggiungere poi il latte che si è nel frattempo addensato e l’olio.Mescolare con un cucchiaio di legno senza impastare con le mani: il risultato sarà una specie di pastone.Versare il pastone in una forma per il plum kake foderata di carta da forno; praticate con un coltello un taglio orizzontale e introducete il pane in forno. Ci deve stare per 45 minuti.Al termine ponete il pane su una gratella e lasciatelo riposare.È una valida alternativa a biscotti e fette biscottate prodotti industrialmente, spalmatelo con marmellata meglio se fatta in casa e servitelo con the verde o caffè.È un piacere per l’anima e per la mente, oltre che per la gola, se lo si prepara e lo si mangia in compagnia.

  • Share/Bookmark

Bad Behavior has blocked 45 access attempts in the last 7 days.

Chiudi
Invia e-mail