Zuppa di farro e pomodorini

 

Delicatissima, leggera,
 perfetta per un intestino che non vuole lavorare!
 

farro-e-pomodorini-2.JPG

questa zuppa è buonissima tiepida il giorno dopo!

Ingredienti:

  • 150 gr di farro già cotto
  • 100 gr di scalogno
  • 100 gr di sedano
  • 200 gr di pomodorini freschi
  • 100 gr di tofu
  • mezzo bicchiere di vino 
  • olio EVO 2 cucchiai
  • sale e pepe q.b.

Preparazione:

Utlizzare una casseruola larga o un WOK

Rosolare lo scalogno nell’olio EVO fino a che diventa traslucido, senza far prendere colore (eventualmente aggiungere 2 cucchiai di acqua se la temperatura sale troppo)

Aggiungere il farro e continuare a rosolare per alcuni minuti a fuoco medio, poi aggiungere il tofu tagliato a striscioline

Sfumare con mezzo bicchiere di vino, mescolare fino a che non si sente più l’odore dell’alcool nei vapori della casseruola

Tagliare il sedano a tocchetti e aggiungerlo al farro, aggiungere mezzo bicchiere di acqua e mescolare bene

Tagliare i pomodorini a metà, scoprire parte del fondo della casseruola o della parete del WOW e appoggiarvi la parte tagliata dei pomodorini

farli stufare un paio di minuti a contatto diretto con la casseruola perchè prendano sapore poi aggiungerli al resto dei componenti

aggiustare di sale e pepe e cuocere per 10 minuti.

eventualmente spolverare con della ricotta al forno grattugiata

  • Share/Bookmark

Il Pranzo di Natale

Suggerimenti per un pranzo di Natale vegetariano li possiamo trovare nella cena che ho organizzato di recente per A.Di.Ca onlus.
Qui di seguito potete trovare i link alle pagine che illustrano le ricette proposte e indicazioni per eseguirle al meglio.
Il menù proposto è stato:

Antipasti di bignè e pasticceria fine, 
Zuppetta di zucca speziata, 
Tagliatelle profumate alle castagne con ragù di seitan, 
Fritto misto, 
Caramelle di datteri con bicchierino di Natale

I bignè sono stati farciti con una crema composta da una besciamella al 50% e formaggio a piacere al 50%); la crema al gorgonzola è stata valorizzata con gheriglio di noci mentre quella con formaggio di capra è stata valorizzata da una sbriciolatura di croccante di sesamo.
I biscotti sono stati realizzati con un formaggio tipo gruyere, ma sono ottimi anche con una caciotta affumicata.
La crema di tofu dal gusto frizzante è quella con le noci.
La Zuppetta di zucca è stata realizzata soffriggendo lo scalogno, aggiungendo poi la zucca e le patate e cotta per un’ora con un buon brodo di verdura. Alla fine l’abbiamo speziata con cannella e cumino in polvere tostati.
Per le tagliatelle di castagne e il ragù di seitan abbiamo seguito le ricette del blog.
Il fritto misto era composto da straccetti di muscolo di grano e tocchetti di tofu con una pastella di ceci secondo questa ricetta.
Le caramelle di datteri e frutta secca (non potete non presentarle come dolce di Natale perché sono “una tira l’altra”).
E, infine, il bicchierino l’abbiamo realizzato con una bavarese all’arancia con un cucchiaio di ganasce al cioccolato fondente sul fondo e una sbriciolata di panettone tostato a guarnire.
Auguro a tutti un Natale senza crudeltà!
Per le ricette ringrazio GialloZafferano e Idolcidipinella fonti di ineguagliabili ispirazioni e consigli
  • Share/Bookmark

Cena di Natale

L’invito è per essere vegetariani per un giorno, magari un giorno importante come il Natale. Uscire dagli schemi della grande abbuffata per dedicarci a preparazioni preziose come i bignè, i biscottini e la pasta fresca con la farina di castagne e il ragù. Ritagliarci del tempo per preparare per i nostri cari un menù rispettoso della stagionalità (per favore niente fragole e ciliege!) e senza crudeltà.
Questo mi ha ispirato per il menù che propongo alla cena di natale di A.Di.Ca. Onlus. Spero vorrete imitarmi e raccontarmi poi come è andata.

  • Share/Bookmark

zuppa alla zucca e funghi al profumo di Cina

INGREDIENTI

QUANTITA’ in kg

TECNICO DI CUCINA

Scalogno

0,100

WOK

1 patata grande

0,100

Coltelli verdura

100g di tofu

0,100

Tagliere

Zenzero

0,020

Pentola brodo

2 carote

0,100

 

Alga Kombu e iziky

0,010

 

Zucca

0,200

 

1 gambo di sedano

0,100

 

Funghi

0,200

 

1 cucchiaio miso

0,020

 

Olio EVO 2 cucchiai

0,020

 

Prezzemolo

0,050

 

Innanzitutto mettere a bagno l’alga kombu per 10 minuti e mettere 500 ml di acqua a bollire.

Affettare lo scalogno e porlo nel wok a fuoco medio, nel frattempo tagliare a dadini le verdure e aggiungerle man mano: sedano, carote, zucca, patate, e da ultimo i funghi mescolando accuratamente dopo ogni inserimento e soffriggendo delicatamente.

Finito di tagliare e rosolare le verdure aggiungere l’acqua bollente fino a coprire abbondantemente le verdure stesse.

Aggiungere poi le alghe, il tofu tagliato sottile come spaghetti, lo zenzero tritato.

Far sobbollire per 10’ per amalgamare i sapori.

Portare in tavola cosparso di prezzemolo tritato grosso.

  • Share/Bookmark

Zuppa di farro e ceci

INGREDIENTI QUANTITÀ in kg TECNICO DI CUCINA
Ceci 0,300 Pentola in coccio
Farro perlato 0,250 Casseruola
1 carota 0,100 Coltelli verdura
1 gambo di sedano 0,100  
1 cipolla 0,100  
1 patata piccola 0,100  
Concentrato di pomodoro 1 cucchiaio abbondante  
kombu 1 pezzetto  
Peperoncino q.b.  
olio extravergine d’oliva 0,050  
1 rametto di rosmarino q.b.  
Sale e pepe q.b.  

I ceci hanno bisogno di un lungo ammollo (almeno 24 ore) e di una lunghissima cottura in una pentola di coccio o a fondo spesso (almeno 3 o 4 ore) a fuoco bassissimo, con l’aggiunta di un pezzetto di alga Kombu e salvia. Altrimenti utilizzate dei ceci in scatola di buona qualità.

Lessare il farro perlato in acqua fredda con pochissimo sale (circa 25-30 minuti).

Mettere a soffriggere in poco olio la cipolla, il peperoncino (secondo i vostri gusti), la carota ed il sedano tritati in una casseruola.

Aggiungere i ceci scolati dalla loro acqua tenendone da parte un po’.

Aggiungere il concentrato di pomodoro, la patata sbucciata (per addensare il tutto) e lasciate cuocere per 10 minuti.

Legare il rametto di rosmarino con dello spago e aggiungetelo ai ceci ed aggiungete anche 1/2 di litro di acqua.

Aggiungere il farro lessato e scolato e i ceci interi tenuti da parte, aggiustare il sale e cuocere per 15 minuti.

Far riposare la zuppa (raffreddata) in frigorifero fino al giorno dopo.

Servire con un filo d’olio extravergine di oliva e una macinata di pepe fresco.

  • Share/Bookmark

Harira senza carne


INGREDIENTI

QUANTITÀ in kg

TECNICO DI CUCINA

Lenticchie

0,250

Coltelli verdura

Concentrato di pomodoro

2 cucchiai

Pentola

Cipolline

0,200

Casseruole

1 limone

1

Frusta acciaio

1 ciuffo prezzemolo

0,050

Farina

2 cucchiai

Coriandolo in polvere

q.b.

30gr burro

0,030

1 bustina zafferano

1

Harissa

q.b.

Brodo di verdura

1 l

Prezzemolo

q.b.

Porre a bagno le lenticchie per mezz’ora

Preparare il brodo.

Cuocere le lenticchie per 45′ ca.

Scolarle e rimetterle in pentola con il brodo filtrato e schiumato e proseguire la cottura a fuoco lento per ca. ½ ora.

Aggiungere, verso la fine, lo zafferano e il pepe.

Nel frattempo porre in casseruola 1/2 cucchiaio di coriandolo, il prezzemolo tritato, il concentrato di pomodoro, il succo di limone, le cipolline, il burro, l’harissa, sale e ½ litro d’acqua.

Portare quasi a cottura le cipolline poi aggiungere lentamente 2 cucchiai di farina, sciolta preventivamente in mezzo bicchiere di acqua;

Unire al brodo di lenticchie e far sobbollire per 5 minuti.

Servire decorando con foglie di prezzemolo o coriandolo e pane casereccio tostato.

Nota: l’Harira è la classica zuppa che rompe il digiuno del ramadan nelle culture islamiche.

  • Share/Bookmark

Bortsch


INGREDIENTI

QUANTITA’

x4 In kg

TECNICO DI CUCINA

Brodo di verdura

0,700

Coltelli verdura

Verza BIO

0,500

Wok

Cipolla BIO

0,200

tagliere

Barbabietola già cotta BIO

0,250

Pentola brodo

Patate BIO

0,400

Pomodoro BIO

0,300

Carota BIO

0,100

Peperone BIO

0,200

alloro

1 foglia

Burro

0.050

panna acida (smetana) o yogurt

0,200

Tritate finemente la verza e metterla a bollire nel brodo

Aggiungere le patate sbucciate e tagliate a dadini.

Tagliare a julienne le carote, affettare la cipolla e fare a dadini il peperone, pelare le barbabietole e tagliarle a dadini, infine, tritare grossolanamente i pomodori (eliminare i semi).

Rosolare in una noce di burro le verdure, una alla volta e man mano aggiungerle alla verza e alle patate.

Alla fine aggiungere le barbabietole a dadini. Salare, pepare e aggiungere la foglia di alloro

Far restringere la zuppa che deve avere una consistenza spessa .

Versare in una zuppiera ed aggiungere la smetana o lo yogurt. (si può far inacidire la panna con il succo di mezzo limone e lasciata riposare per 30 minuti)

La smetana (panna acida) è un tipo di salsa molto diffusa nell’Europa dell’est e soprattutto in Russia (Сметана) e Croazia. Può accompagnare piatti dolci, salati, caldi o freddi, e il suo sapore è molto delicato. (da Wikipedia)

  • Share/Bookmark

Zuppa cinese


INGREDIENTI

QUANTITA’ in kg

TECNICO DI CUCINA

scalogno

0,100

WOK

1 patata grande

0,100

Coltelli verdura

100g di tofu

0,100

Tagliere

zenzero

0,010

Pentola brodo

2 carote

0,100

alga kombu e iziky

0,010

1 peperone rosso

0,200

1 gambo di sedano

0,100

1 cucchiaio miso

0,020

1 mazzetto di prezzemolo

0,100

Olio EVO 2 cucchiai

0.020

Innanzitutto mettere a bagno l’alga kombo e mettere 500 ml di acqua a bollire.

Affettare lo scalogno e porlo nel wok a fuoco medio, nel frattempo tagliare a dadini le verdure e aggiungerle man mano: sedano, carote, peperone, patate, mescolando accuratamente dopo ogni inserimento e soffriggendo delicatamente.

Finito di tagliare le verdure aggiungere l’acqua bollente fino a coprire abbondantemente le verdure stesse,

Aggiungere poi le alghe, il tofu tagliato sottile come spaghetti, lo zenzero tritato.

Far sobbollire per 10′ per amalgamare i sapori.

Portare in tavola cosparso di prezzemolo tritato grosso.

  • Share/Bookmark

Il Pranzo di Natale

Suggerimenti per un pranzo di Natale vegetariano li possiamo trovare nella cena che ho organizzato di recente per A.Di.Ca onlus.
Qui di seguito potete trovare i link alle pagine che illustrano le ricette proposte e indicazioni per eseguirle al meglio.
Il menù proposto è stato:

Antipasti di bignè e pasticceria fine, 
Zuppetta di zucca speziata, 
Tagliatelle profumate alle castagne con ragù di seitan, 
Fritto misto, 
Caramelle di datteri con bicchierino di Natale

I bignè sono stati farciti con una crema composta da una besciamella al 50% e formaggio a piacere al 50%); la crema al gorgonzola è stata valorizzata con gheriglio di noci mentre quella con formaggio di capra è stata valorizzata da una sbriciolatura di croccante di sesamo.
I biscotti sono stati realizzati con un formaggio tipo gruyere, ma sono ottimi anche con una caciotta affumicata.
La crema di tofu dal gusto frizzante è quella con le noci.
La Zuppetta di zucca è stata realizzata soffriggendo lo scalogno, aggiungendo poi la zucca e le patate e cotta per un’ora con un buon brodo di verdura. Alla fine l’abbiamo speziata con cannella e cumino in polvere tostati.
Per le tagliatelle di castagne e il ragù di seitan abbiamo seguito le ricette del blog.
Il fritto misto era composto da straccetti di muscolo di grano e tocchetti di tofu con una pastella di ceci secondo questa ricetta.
Le caramelle di datteri e frutta secca (non potete non presentarle come dolce di Natale perché sono “una tira l’altra”).
E, infine, il bicchierino l’abbiamo realizzato con una bavarese all’arancia con un cucchiaio di ganasce al cioccolato fondente sul fondo e una sbriciolata di panettone tostato a guarnire.
Auguro a tutti un Natale senza crudeltà!
Per le ricette ringrazio GialloZafferano e Idolcidipinella fonti di ineguagliabili ispirazioni e consigli
  • Share/Bookmark

Cena di Natale

L’invito è per essere vegetariani per un giorno, magari un giorno importante come il Natale. Uscire dagli schemi della grande abbuffata per dedicarci a preparazioni preziose come i bignè, i biscottini e la pasta fresca con la farina di castagne e il ragù. Ritagliarci del tempo per preparare per i nostri cari un menù rispettoso della stagionalità (per favore niente fragole e ciliege!) e senza crudeltà.
Questo mi ha ispirato per il menù che propongo alla cena di natale di A.Di.Ca. Onlus. Spero vorrete imitarmi e raccontarmi poi come è andata.

  • Share/Bookmark

Bad Behavior has blocked 87 access attempts in the last 7 days.

Chiudi
Invia e-mail