Gnocchetti di tofu

collage-gnocchetti-tofu.jpg

Ingredienti

tofu           250 gr

semola BIO 200 gr

acqua circa 100 gr

Passare il tofu nel mixer, aggiungere  la semola e miscelare, aggiungere l’acqua a filo fino ad ottenere una consistenza morbida ma perfettamente maneggiabile  e non appiccicosa

Formare un panetto e farlo riposare almeno un ora per permettere alla semola di assorbire i liquidi e rendere l’impasto malleabile

Formare dei rotolini di circa 1,5 cm di diametro e tagliare dei gnocchetti della dimensione di un confetto

con la punta dell’indice premere dolcemente gli gnocchetti nel centro e farli rotolare leggermente

Cuocere in abbondante acqua salata per un paio di minuti dalla ripresa del bollore

condire a piacere

Ottimo modo di consumare il tofu, anche per i più restii a questo prodotto

  • Share/Bookmark

Antipasto Cruditè pas cruauté

Mi ha ispirato Mariluna per questo bicchiere di cruditè che ha aperto la cena vegan. La preparazione è estremamente semplice e le verdure da stratificare sicuramente si possono aggiornare alla disponibilità della stagione. È un piatto (ops! un bicchiere) che ha il suo pregio nella croccantezza delle verdure e nel miscelare sapori dolci e aromatici. Si può preparare con  un po’ di anticipo avendo l’accortezza di acidulare le verdure con un po’ di limone.
La particolarità sta nel condimento che abbiamo scelto e nella nota croccante data da un pizzicone di sesamo sopra al tutto.

Le verdure in strato:
finocchio, carota, mela e rucola a finire
La salsa aromatica
olio EVO, zenzero tritato, buccia di limone rapè

Preparare un infusione con questi ingredienti (regolare la quantità di salsa con la quantità di verdure che si devono condire) e lasciare in infusione per 24 ore.
Naturalmente, dato la semplicità della preparazione, gli ingredienti devono essere freschissimi e biologici, soprattutto per quanto riguarda la buccia di limone.

  • Share/Bookmark

Pasqua e Pasquetta NO CRUELTY

La Pasqua mi sembra un ottima occasione per ripensare alla nostra alimentazione e uscire dagli schemi consumistici che ci vede divoratori di teneri capretti e amabili agnellini (tranne quelli di pasta sfoglia che propone la pasticceria lodigiana).
Vi propongo, dunque, tutti i link alle ricette dell’aperitivo vegetariano proposto il 14 marzo scorso e nei prossimi giorni posterò le ricette che ho realizzato per la Pasqua Vegan lo scorso sabato.
Pizza fritta al sugo di pomodoro e cipolla
abbiamo caratterizzato questa bellissima ricetta con un sugo ricco di cipolla bianca, se avete dei ragazzi a cena sarà un successone, eventualmente potete cospargete le pizzette ancora bollenti con della mozzarella (o altro formaggio a piacere) e coprite con il sugo altrettanto bollente. Se lo ricorderanno per un bel pezzo. Molti non amano friggere perchè poi l’odore di fritto invade la casa, vi assicuro che con queste pizzette il successo sarà tale che l’odore del fritto non vi infastidirà più!
Crema di tofu nel cucchiaio , l’importante con il tofu è ricordarsi che si può arricchire con qualunque insaporitore vi piaccia o piaccia ai vostri cari.
Hummus su pane integrale , ricettina estremamente semplice e veloce che può risolvere l’arrivo di ospiti inaspettati, si può spalmare sui crostini o sui ckackers o, magari, su una piadina fatta scldare velocemente in padella.
Muffins rosa , sostituire la zucca, nella ricetta indicata, la barbabietola tritata e asciugata in padella con un po’ di burro, per dare un bel colore rosa
Focaccia base,
Focaccia ai pomodorini , le focacce sono un cavallo di battaglia per picnic e buffet in piedi, insaporite anche con olive, frutta secca, olio aromatizzato con spezie tostate  e quant’atro vi piaccia
biscottini ai formaggi e spezie, una vera raffinatezza per le vostre cene estive, da preparare in anticipo e conservare in barattoli ermetici
Involtini di pasta fillo con riso e mele, questa ricetta la pubblicherò tra qualche giorno e la dedicherò alla mia città: Lodi!
Crema di tofu al cioccolato: chi ha scoperto questa meravigliosa crema dolce ormai la chiama “Tufella” e la propone come merenda ai propri figli, come alternativa gustosa e sana. Provatela e fatemi sapere chi non l’ha gradita!

  • Share/Bookmark

Aperitivo con i Cani

Domenica scorsa l’associazione A.Di.Ca. Onlus ha presentato il progetto del nuovo canile rifugio che si costruirà a Lodi.

Per l’occasione abbiamo preparato un aperitivo molto sfizioso che vi invito a provare per le vostre feste:
Pizza fritta al sugo di pomodoro e cipolla
Crema di tofu nel cucchiaio
Hummus su pane integrale
Muffins rosa
Focaccia base
Focaccia ai pomodorini
biscottini ai formaggi e spezie
Involtini di pasta fillo con riso e mele
Crema di tofu al cioccolato
 a parte la pizza fritto tutte le altre cose possono essere preparate in anticipo, facilitando così l’organizzazione della festa.
e tutto rigorosamente vegetariano!!
  • Share/Bookmark

gnocchi rosa!

Per l’8 marzo non potevo non riproporre questa meravigliosa ricetta per donne meravigliose!

L’adoro per il colore così suggestivo e per il meraviglioso, godurioso sapore: la dolcezza del gnocco che si fonde con il mascarpone e il timo.

Se amate una donna (che sia la vostra migliore amica o la vostra amata)dovete assolutamente prepararglielo.

la ricetta degli gnocchi rosa

la ricetta della salsa di mascarpone

Buon 8 marzo a tutte

  • Share/Bookmark

Mi sono innamorata del furoshiki

In questo periodo sono a caccia! Già tra un mese ci sarà la cena per la Pasqua Vegan della LAV Lodi e sto studiando il nuovo menu rigorosamente vegan e goloso.
Nella mia ricerca di nuovi piatti mi sono imbattuta in questa meravigliosa idea: i FUROSHIKI, io odio i sacchetti di plastica e, malgrado tutto il mio impegno a volte dimentico la borsa di tela a casa. D’ora in poi avrò sempre un furoshiki con me grazie a questo video trovato qui.

 

  • Share/Bookmark

Cavolo spadellato all’arancia

Basta poco, a volte, per creare un piatto gustoso e sano.

Trovo molto gradevole l’associazione tra certi cavoli e l’arancia. Il tono acidulo e dolce dell’arancia ben si accosta all’aroma del cavolo. In questa ricetta, poi, si sposano magnificamente anche i colori.

La ricetta è molto semplice bastano

Mezzo cavolo rosso tagliato a listarelle
Un’arancia
Una cipolla rossa
Un cucchiaio di olio EVO
Sale e pepe q.b.

Con un pelapatate ricavare dalla buccia dell’arancia delle scorzette evitando accuratamente di asportare la parte bianca.

Pelare l’arancia e ricavarne degli spicchi pelati al vivo (ritagliare degli spicchi con un coltellino affilato asportando solo la polpa)

_________________________________

_________________________________

Tagliare a fette la cipolla e porla a rosolare nell’olio EVO con la scorza d’arancia

Saltare per pochi minuti a fuoco medio, quando la cipolla diventa translucida aggiungere le listarelle di cavolo e la polpa di arancia

Spadellare fino a che il cavolo diventa appena morbido

Aggiustare di sale e pepe e servire come contorno

  • Share/Bookmark

Zuppa di farro e pomodorini

 

Delicatissima, leggera,
 perfetta per un intestino che non vuole lavorare!
 

farro-e-pomodorini-2.JPG

questa zuppa è buonissima tiepida il giorno dopo!

Ingredienti:

  • 150 gr di farro già cotto
  • 100 gr di scalogno
  • 100 gr di sedano
  • 200 gr di pomodorini freschi
  • 100 gr di tofu
  • mezzo bicchiere di vino 
  • olio EVO 2 cucchiai
  • sale e pepe q.b.

Preparazione:

Utlizzare una casseruola larga o un WOK

Rosolare lo scalogno nell’olio EVO fino a che diventa traslucido, senza far prendere colore (eventualmente aggiungere 2 cucchiai di acqua se la temperatura sale troppo)

Aggiungere il farro e continuare a rosolare per alcuni minuti a fuoco medio, poi aggiungere il tofu tagliato a striscioline

Sfumare con mezzo bicchiere di vino, mescolare fino a che non si sente più l’odore dell’alcool nei vapori della casseruola

Tagliare il sedano a tocchetti e aggiungerlo al farro, aggiungere mezzo bicchiere di acqua e mescolare bene

Tagliare i pomodorini a metà, scoprire parte del fondo della casseruola o della parete del WOW e appoggiarvi la parte tagliata dei pomodorini

farli stufare un paio di minuti a contatto diretto con la casseruola perchè prendano sapore poi aggiungerli al resto dei componenti

aggiustare di sale e pepe e cuocere per 10 minuti.

eventualmente spolverare con della ricotta al forno grattugiata

  • Share/Bookmark

Maltagliati alla farina di castagne


INGREDIENTI
QUANTITÀ in kg
TECNICO DI CUCINA
Farina 0
0,200
Piano per impastare
Farina di castagne
0,120
Sfogliatrice a manovella
Semola di grano duro
0,080
o motore
Uova
2
Vino bianco secco
q.b.
Sale
1 pizzico

Versare le farine sulla spianatoia e miscelarle

Rompere le uova in una ciotola una per volta

Creare un piccolo cratere al centro del mucchietto di farina e versarci un uovo per volta

Aggiungere il sale e cominciare a rompere le uova con una forchetta, iniziando a miscelare, aggiungere 2 cucchiai di vino bianco secco

Impastare, inizialmente con la punta delle dita (se necessario aggiungere altro vino), poi più energicamente con il palmo della mano fino ad ottenere una palla consistente.

Far riposare la pasta 30′

Con il mattarello o con la macchina della pasta tirare una sfoglia dello spessore di circa 1 mm, infarinando il piano di frequente.

Tagliare a rombi irregolari e stendere su di un piano infarinato

Gettare nell’acqua bollente salata e scolare dopo un minuto da che sono venuti a galla.

Condire a piacere con verdure di stagione e castagne bollite saltate

  • Share/Bookmark

Rimettiamoci in forma

Buon 2010 a tutti!

Finalmente le feste e i grandi pranzi sono finiti.

Abbiamo sicuramente esagerato con le proteine e i grassi animali: tortellini, ragù, cotechini, arrosti, prosciutti e salami, panettoni e mascarpone, nella grande tradizione del Natale Italiano.

Ci sentiamo gonfi, appesantiti e, magari, con qualche rotolino il più.

Torniamo, dunque, a consumare il cibo della pace per il nostro corpo e per la nostra terra.

Cosa c’é di meglio che buttarsi nella cucina vegetariana per dare un po’ di tregua al nostro organismo sovraffaticato.

Nelle prossime lezioni utilizzeremo i legumi come valida alternativa della carne sia come zuppe che come creme spalmabili, crocchette e sformati.

come sempre piatti semplici nella preparazione, ma gustosi e non troppo calorici e senza colesterolo.

  • Share/Bookmark

Bad Behavior has blocked 45 access attempts in the last 7 days.

Chiudi
Invia e-mail